Varenna. Gruppo Rocchi cresce  Presa la gestione di un altro hotel
Uno dei gioielli del lago: Villa Cipressi a Varenna

Varenna. Gruppo Rocchi cresce

Presa la gestione di un altro hotel

Acquisita per quindici anni Villa Cipressi che farà rete con il Royal Victoria, sempre a Varenna Investimenti per il rilancio: «L’indotto sarà notevole»

Il lago di Como resta il baricentro degli investimenti della King Gestioni Alberghiere a cui fa capo il Gruppo R collection hotels che in questi giorni ha concluso un’altra importante acquisizione sul territorio.

Grazie alla miglior offerta, 250mila euro annui, la catena nella mani della Famiglia Rocchi si è aggiudicata Villa Cipressi, hotel tre stelle di Varenna di proprietà del Comune. Il contratto di locazione ha una durata di 15 anni e prevede notevoli investimenti per migliorare la struttura, che già catturava una parte consistente del flusso turistico nel ramo lecchese del Lario.

«Siamo fieri e orgogliosi di questa operazione, con Villa Cipressi si conclude un primo step del progetto che ci vede impegnati in una forte azione di promozione internazionale del brand lago di Como, una incredibile risorsa per il sistema economico locale. Non snatureremo la destinazione, ma apporteremo importanti ammodernamenti e, nel progetto, abbiamo incluso anche una serie di attività che animeranno l’hotel innescando dinamiche positive nell’indotto - dichiara Franco Rocchi, amministratore delegato del gruppo - Il progetto che stiamo sviluppando parte da un asset fondamentale: l’accoglienza. La consideriamo un fattore strategico di primaria importanza. Accrescendo l’attrattività di Villa Cipressi porteremo più presenze e business nell’intera area lariana di cui vogliamo esaltare quegli aspetti che ne hanno fatto una meta del turismo di qualità. L’obiettivo della recente acquisizione è quindi quello di rafforzare la competitività di un’offerta turistica che ambisce a diventare ancora più virtuosa».

Villa Cipressi ha molto da raccontare: è un complesso di edifici e giardini voluti nel 1163 dalla nobile famiglia Serponti. Poi verso fine ‘700 è passata al Barone Isimbaldi, quindi alla famiglia Andreossi, che arricchì con piante spettacolari il parco. Agli inizi del ‘900 venne acquisita da Sir Astley e Sir Salton, che a loro volta la cedettero all’ editore Accame. Nel 1980 diventa patrimonio pubblico grazie una a una volontaria sottoscrizione dei varennesi e degli amici di Varenna. Entra sul mercato come location di prestigio per convegni, ricevimenti ed eventi con 32 camere, un ristorante e una sala polivalente. Nelle sue stanze si incontrano nomi noti del mondo imprenditoriale, della finanza e della cultura, affascinati dallo splendido panorama e dall’incomparabile cornice botanica.

La famiglia Rocchi arricchisce quindi di un altro gioiello la sua ricca collezione di strutture conquistandosi una leadership sul mercato nazionale.Fra le sue proprietà figurano il Royal Victoria, hotel di charme situato sempre a Varenna e gestito direttamente, il Grand Hotel Victoria di Menaggio che verrà completamente rinnovato a fine 2018, l’hotel Regina Olga di Cernobbio, rilevato di recente con un ambizioso progetto di restyling. Nel portfolio figurano l’Hotel Barchetta e l’Hotel Palace di Como, gestiti da Villa d’Este. Fuori dai confini lariani, la società possiede il Grand Hotel Bagni Nuovi di Bormio, L’Hotel Bristol di Rapallo e l’Hotel Mentana di Milano.

© RIPRODUZIONE RISERVATA