Un petardo gli esplose in mano Fiocca una seconda condanna
Il Tribunale di Sondrio

Un petardo gli esplose in mano
Fiocca una seconda condanna

Mandello, il ragazzino di 12 anni rimase gravemente ferito

Dopo l’edicolante, punito anche chi vendette l’ordigno

Dopo la condanna della negoziante, è arrivata anche quella di colui che le aveva venduto il petardo “illegale”.

Un anno e due mesi, senza la concessione della sospensione condizionale della pena, più una multa di 50mila euro, per Jorge Alberto Colleoni, legale rappresentante della Rima Srl di Osio Sopra, in provincia di Bergamo, l’azienda specializzata nella commercializzazione di prodotti pirotecnici che aveva venduto alla donna il petardo che, il giorno di Capodanno del 2012, aveva ferito gravemente a una mano un ragazzino di 12 anni residente a Mandello.

Giuseppina Spechenhauser, edicolante di Bormio, era stata condannata a due anni, con la concessione della condizionale in questo caso, dal Tribunale di Sondrio nel maggio di due anni fa: il processo d’Appello a Milano è fissato per dicembre.

L’articolo completo sul giornale in edicola.

© RIPRODUZIONE RISERVATA