Tutti assolti per il lido di Argegno
Il lido di Argegno ai tempi del sequestro (Foto by Selva)

Tutti assolti per il lido di Argegno

L’ex sindaco Dotti e il progettista Lizzeri non hanno commesso alcun falso né abusi edilizi

Il falso non sussiste, né tutti gli altri fatti contestati costituiscono reato: con questa formula sono stati assolti l’ex sindaco di Argegno, attuale consigliere regionale, Francesco Dotti, e l’architetto Silvio Lizzeri, principali imputati nel caso dei presunti abusi edilizi, paesaggistici e ambientali per la costruzione del lido, accuse per le quali la procura aveva invocato una condanna a 10 mesi per entrambi.

Coimputati e assolti, seppure da addebiti più lievi, anche Davide Bordoli e Corinna Albini, di Lenno, legali rappresentanti della Centre Point srl, impresa che eseguì i lavori, e Giacomo Del Fante, di Samolaco, legale rappresentante di Edil Strade Valtellina, il consorzio (di cui Centre Point faceva parte) che si aggiudicò la gara per la realizzazione dell’opera.

© RIPRODUZIONE RISERVATA