Suello,  domani il  saluto al cavaliere Mauri  Imprenditori in lutto
Bruno Mauri

Suello, domani il saluto al cavaliere Mauri

Imprenditori in lutto

Sarà celebrato alle 15 nella chiesa parrocchiale il funerale del titolare dell’omonima Trafileria fondata dal padre Angelo

Sarà celebrato domani, alle 15, nella chiesa parrocchiale di Suello, il funerale del cavaliere del lavoro Bruno Mauri, 83 anni, il cui nome è legato all’omonima trafileria; ha lasciato, nel dolore, la moglie Maria e i figli Renato, Fabio e Cristiano.

Dell’imprenditore ha tracciato un commosso profilo ieri il direttore generale di Confindustria Lecco e Sondrio, Giulio Sirtori: «Con la scomparsa del cavaliere Bruno Mauri, il territorio perde una figura imprenditoriale di primo piano, che ha dato vita ad una realtà aziendale sana e di successo. La “Trafileria A. Mauri e figli” è, infatti, uno degli attori protagonisti del nostro tessuto economico, un’impresa che garantisce occupazione e contribuisce al benessere socio-economico del territorio, dove è fortemente radicata e dove è stata protagonista di una costante crescita che, sicuramente, continuerà grazie alla guida della famiglia Mauri». Fondata nel 1961 da Angelo Mauri – a propria volta, padre di tre figli – l’azienda ha precorso quello che sarebbe stato, negli anni successivi, uno dei settori più rappresentativi in Europa; è divenuta poi - già nel 1976 - società per azioni, intraprendendo due anni dopo l’espansione in Francia, in Alta Savoia; negli anni 90 sono seguite le due nuove sedi, di Parigi e Bologna, e i depositi di Suello e Ponte Lambro, fino a raggiungere i 140 dipendenti, le 100.000 tonnellate all’anno, un portafoglio di circa 2.000 clienti, in 15 differenti Paesi.n P.Zuc.

© RIPRODUZIONE RISERVATA