Si perdono  per la nebbia  Tratti in salvo  due giovani
L’intervento del soccorso alpino ieri mattina

Si perdono

per la nebbia

Tratti in salvo

due giovani

L’allarmeAvevano dormito in quota

ma non riuscivano a scendere a valle

È intervenuto il Soccorso alpino

C’era neve sul sentiero

e nel tentativo di ritrovarlo

si sono trovati

in un dirupo roccioso

Nebbia e neve. Due ostacoli non semplici da affrontare per chi va in montagna.

Lo hanno sperimentato ieri due ragazzi di Lissone (provincia di Monza e Brianza), di 25 e 26 anni, che si erano persi e hanno avuto bisogno dell’intervento del Soccorso alpino.

L’allarme è scattato verso mezzogiorno: i due giovani avevano pernottato in quota e stavano scendendo dalla zona del rifugio Del Grande-Camerini, ma hanno perso l’orientamento a causa della nebbia. Il sentiero era ricoperto dalla neve e, nel tentativo di riprenderlo, i due si sono ritrovati in un dirupo roccioso a 2500 metri di quota. Allora hanno chiesto aiuto: sono riusciti a fornire le coordinate ai tecnici del soccorso alpino, che li hanno localizzati in poco tempo. Gli uomini della settima delegazione Valtellina-Valchiavenna, stazione di Valmalenco si sono mobilitati. Due squadre hanno raggiunto i ragazzi: erano illesi, ma infreddoliti e affaticati. Sono stati accompagnati a valle senza ulteriori disagi.

L’appello del Soccorso alpino è quello di controllare sempre le previsione meteo prima di salire in montagna, perché un sentiero può presentare più o meno pericoloso in presenza di neve, pioggia o ghiaccio. La stessa cosa vale per la visibilità che, se compromessa, diventa fuorviante, soprattutto senza una conoscenza approfondita dei posti. Senza dimenticare i rischi che possono esserci nel caso della nebbia.

Ma cosa succederà nelle prossime ore? La pioggia, annunciata dagli esperti, ci terrà compagnia almeno per altri due giorni: solamente mercoledì potrebbe tornare a fare capolino il sole sulla nostra provincia.

In queste ore, infatti, dalla Regione era arrivato l’allarme in codice arancione per il rischio di forti temporali «con precipitazioni di moderata o a tratti forte intensità, risulteranno generalmente persistenti». Fortunatamente, però, nel Sondriese, non sono stati registrati particolari disagi e ai vigili del fuoco non sono arrivate richieste di interventi legate al maltempo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA