Prefabbricati, non si sa dove   Serviti 500 pasti ai migranti  I volontari svizzeri (video)
Como i volontari dell'associazione Svizzera Firdaus (Foto by Carlo Pozzoni)

Prefabbricati, non si sa dove

Serviti 500 pasti ai migranti

I volontari svizzeri (video)

Migranti in stazione, dopo la svolta delle strutture prefabbricate ultime ore d’attesa per capire dove saranno posizionate

Ieri la giornata della svolta con l’ok alle strutture prefabbricate. Ora si attende di sapere dove verranno posizionate in città. L’annuncio sull’area era atteso oggi, ma sarà rinviato. Al momento si stanno vagliando diverse ipotesi, per lo più in zone non molto distanti dalla stazione. Si parla ancora dell’ex Stecav in viale Innocenzo (proprietà del Comune, di fianco al comando della Polizia locale), dell’ex scalo merci in via Regina e del prato attiguo alla basilica di Sant’Abbondio, area che ospita ogni anno la tradizionale fiera dedicata al Santo patrono. Ma non si possono escludere nemmeno la “spianata” della Ticosa e zone più periferiche.

I prefabbricati avranno letti e servizi igienici, il compito di coordinare le operazioni e poi di gestire gli spazi resterà in capo al Governo, che potrebbe schierare gli uomini della Protezione civile e appoggiarsi alla Croce Rossa.

Da giorni il Comune chiedeva un intervento statale per far fronte a una situazione sempre più delicata. Finora volontari, parrocchie e associazioni hanno garantito pasti caldi e un tetto alle persone più fragili, è stata anche allestita una tensostruttura della Croce Rossa con 30 posti (proprio all’ex Stecav). Mentre le docce sono state messe a disposizione dal collegio Gallio e due giorni fa è stato attivato un presidio sanitario grazie all’intervento dell’azienda sociosanitaria Lariana e dell’Ats (ex Asl). Ma i migranti sono aumentati ancora e con la ripresa delle attività, a settembre, sarebbe stato impossibile garantire tutti i servizi offerti in questa fase, a partire dal pranzo all’oratorio di Sant’Eusebio. Di qui le sollecitazioni del Comune e dei deputati comaschi del Pd Mauro Guerra e Chiara Braga.

Ieri l’associazione Firdaus ha ancora distribuito 500 pasti a San Giovanni.

http://www.laprovinciadicomo.it/videos/video/firdaus_1027318_44/

© RIPRODUZIONE RISERVATA