Moto Guzzi esente  dai dazi degli Usa
Una linea di produzione Guzzi

Moto Guzzi esente

dai dazi degli Usa

Le misure che gli Stati Uniti vorrebbero adottare sarebbero penalizzanti per la Vespa

Le misure protezionistiche annunciate da Donald Trump rischiano di colpire il gruppo Piaggio, in particolare la Vespa, che verrebbe penalizzata dai dazi all’importazione adottati dagli Stati Uniti.

Le misure protezionistiche annunciate da Trump non colpirebbero i prodotti della Guzzi, poiché i dazi colpirebbero le due ruote con una cilindrata compresa da 50 a 500 centimetri cubici.

Per la Guzzi e le sue ammiraglie il mercato americano è molto importante. Da qualche anno a questa parte i modelli della famiglia della California, cioè Eldorado Audace e Mgx -21 stanno avendo un buon successo di vendite negli Stati Uniti. Se sarà confermato che i dazi colpiranno i veicoli fino a 500 centimetri cubici, la Guzzi si salverebbe perché il più piccolo prodotto realizzato a Mandello è un 850 cc quindi fortunatamente esula da questa imposizione made in Trump.

Ma comunque i dazi restano un peccato perché la Vespa risulta essere lo scooter europeo più venduto negli States tanto che il mito Vespa aveva fatto salire l’importazione dello scooter realizzato da Corradino D’Ascanio nel 2011 di oltre il 60% con undicimila Vespa per le strade americane.

Oggi purtroppo c’è questa inversione di tendenza proprio nei confronti della Piaggio che però non avrà un serio contraccolpo perché lo scooter più venduto a mondo nel mercato americano ha una percentuale bassa si dice attorno al 4,2% visto che i mercati d’oro della Vespa sono ben altri, ma sicuramente a Pontedera non avranno di certo gradito la scelta americana.

© RIPRODUZIONE RISERVATA