Monte Spedone, una nuova via ferrata. Il “gigante” corona il sogno
Andrea Savonitto in piena azione su una parete rocciosa in verticale

Monte Spedone, una nuova via ferrata. Il “gigante” corona il sogno

Si chiama “Dutur dell’Alpe” l’ennesima performance di Andrea Savonitto, con Niccolò Bartoli. Lo scalatore: «Potrà diventare un centro alpinistico di eccellenza»

È stata denominata “Dutur dell’Alpe” ed è la nuova via ferrata aperta sul Monte Spedone dal “gigante”, soprannome storico di una delle guide alpine più note e stimate, Andrea Savonitto.

Potenzialità enormi da iniziare ad esplorare e rendere fruibili, quelle delle pareti di Erve, che il morbegnese conosce molto bene, tanto che questo “sogno nel cassetto” lo coltivava da almeno una decina d’anni. La nuova conquista insieme a Niccolò Bartoli, uno di quelli che “scalano forte”. «Il potenziale sportivo di quest’area è eccezionale – rimarca Savonitto -: davvero può diventare un centro di arrampicata tra i più importanti dell’intero territorio».

Leggete tutti i particolari sull’edizione odierna de La Provincia.

© RIPRODUZIONE RISERVATA