Ischemia cardiaca per Sgarbi  «Ho rischiato di morire»
Vittorio Sgarbi visita la mostra di Villa Olmo Ritratti di Città con l'assessore Luigi Cavadini (Foto by Carlo Pozzoni)

Ischemia cardiaca per Sgarbi

«Ho rischiato di morire»

Operato nella notte a Modena, era stato male in auto verso Roma.

Vittorio Sgarbi, 63 anni, è stato operato la scorsa notte nel Policlinico di Modena dopo aver accusato un malore mentre era in viaggio in auto da Brescia verso Roma.

Il critico d’arte, riferisce il bollettino medico del Policlinico, si è presentato al pronto soccorso l alle 3.58, accompagnato dall’autista, lamentando un dolore al petto. Sgarbi è stato trattato nel reparto di Cardiologia per un’ischemia del cuore, risolta con angioplastica nel Laboratorio di Emodinamica.

«La situazione è stata affrontata prontamente e nel migliore dei modi, giungendo a risoluzione» ha sottolineato il professor Boriani.

«Non sarebbe stato da Sgarbi andarsene all’altro mondo al casello autostradale di Modena Sud. Capre, sono ancora qui». E’ il post che il critico d’arte ha pubblicato su Facebook per tranquillizzare tutti e che in meno di un’ora ha ottenuto oltre 24mila ’mi piacè.

«Fosse passata un’altra mezz’ora prima del ricovero, sarei morto». Lo ha detto Vittorio Sgarbi al Tg5 e al Tg1 dopo l’operazione al Policlinico di Modena.

«Mi è stato detto - ha spiegato Sgarbi - che la coronaria si sarebbe infatti occlusa del tutto. Anche il battito cardiaco è stato molto basso durante l’intervento».

© RIPRODUZIONE RISERVATA