Venerdì 01 agosto 2014

L’orgoglio di Lecco

sale fino al 50° piano

1La torre Isozaki: cinquanta piani e 207 metri d’altezza 2 Tre generazioni della Colombo costruzioni: da sinistra Antonio Colombo, suo nipote Andrea Cappoli e suo figlio Luigi Colombo, amministratore delegato dell’impresa

«Anche questa realizzazione è stata una sfida difficile e importante che stiamo portando a termine con l’alta professionalità della nostra struttura e con le nostre maestranze, con l’ausilio di professionisti e fornitori qualificati che ci affiancano da tempo».

Così Luigi Colombo, amministratore delegato di Colombo Costruzioni, ha commentato a margine di una visita coi giornalisti al cantiere milanese di Citylife la realizzazione della torre di 50 piani firmata dall’architetto giapponese Isozaki, che vede l’azienda lecchese impegnata dalla metà del 2012.

I lavori procedono con un cronoprogramma che non lascia nulla al caso e che prevede la consegna dell’opera nel febbraio 2015. La costruzione della torre più alta d’Italia (207 metri) è solo l’ultima, in ordine di tempo, delle grandi opere che vedono protagonista l’impresa lecchese.

Fra i progetti realizzati ci sono Unicredit Tower nel complesso milanese Porta Nuova Garibaldi, l’Auditorium di Roma, i due interventi di Trento del complesso residenziale sull’area ex Michelin e del Museo delle Scienze, la Banca Popolare di Lodi, la sede Rcs in via San Marco a Milano.

In corso di realizzazione a Milano ci sono i cantieri di Porta Vittoria e della nova sede di General Electric, oltre al terzo lotto della sede Sky, mentre fra le nuove commesse c’è, a sud di Firenze, il nuovo complesso industriale della società produttrice di camper Laika.

© riproduzione riservata