La raffica di furti a Dazio  Telecamera mostra i ladri
La zona di Dazio che tra venerdì e domenica scorsi è stata teatro dei furti in appartamento

La raffica di furti a Dazio

Telecamera mostra i ladri

In una delle villette visitate era attiva la videosorveglianza. Due gli uomini, uno a viso scoperto, rivelati dal filmato dato agli inquirenti.

Furti del 25, 26 e 27 agosto a Dazio, c’è una traccia. Se ne era parlato i giorni scorsi, ieri alcuni residenti hanno rivelato che dei furti, di un tentato furto che un gruppo di topi di appartamento ha provato a mettere a segno nella tarda serata di venerdì scorso esisterebbe una videoregistrazione.

La villetta che era stata presa di mira è dotata di un dispositivo antifurto ed è difesa da telecamere a circuito chiuso. Chi ha visionato il filmato, che è stato ovviamente messo dai proprietari a disposizione degli investigatori delle forze dell’ordine, ha raccontato che si vedono in azione due uomini. «Due adulti - è stato riferito - corporatura normale, non particolarmente alti, uno appare anche un po’ sovrappeso, ripresi davanti a casa. Dei due - è stato spiegato da alcuni residenti - uno indossava una specie di passamontagna ma l’altro era a volto scoperto e lo si distingueva bene. Poteva sembrare dai lineamenti, a prima vista, un uomo forse proveniente dall’Est Europa. Nel filmato - è stato precisato - si vedono i due intenti a “rabbonire” un cane che era stato posto a guardia del giardino, lo accarezzano, si muovono davanti alla porta di ingresso».

Non si sa altro, ma secondo alcune voci diffusesi ieri gli inquirenti starebbero seguendo «una pista». Sempre da Dazio sono arrivati particolari sui furti messi a segno nelle «aree meno centrali» e quelle confinanti il paese.

Un morbegnese che ha una piccola abitazione, una sorta di baita ristrutturata a Porcido, insediamento di case sparse sulla montagna, la Culmine di Dazio ha lamentato disagi e irritazione per la baita violata e i danneggiamenti subiti. «Mi hanno distrutto la porta, sono entrati, non hanno trovato nulla che potesse interessargli, tra i danni, l’uscio della casa non è più utilizzabile, dovrò completamente sostituirla, sono soldi». A Porcido un’altra abitazione ha subito lo stesso “trattamento”. Nella notte di domenica infine altri tentati furti con scasso di serramenti sono stati messi a segno nelle vicinanze di Categno, frazione di Morbegno, altro luogo di baite più che di seconde case.

© RIPRODUZIONE RISERVATA