Il cardinale Scola   prega per i terremotati
Il cardinale Angelo Scola durante la messa. A sinistra il parroco don Angelo Olgiati

Il cardinale Scola

prega per i terremotati

L’arcivescovo di Milano, accolto da tantissima gente nella parrocchiale di San Lorenzo a Vendrogno

La chiesa parrocchiale di San Lorenzo a Vendrogno ha accolto domenica l’arcivescovo di Milano, cardinale Angelo Scola, in visita pastorale.

Tantissima gente ha affollato l’antica chiesa e partecipato alla celebrazione della messa alle 10.30. C’erano tutti: dalle autorità civili e militari, ai confratelli con il loro mantello rosso, dagli alpini alle donne del paese con i loro abiti tradizionali.

Una partecipazione straordinaria, di cui si è complimentato anche il cardinale. Dopo la sua presenza alla messa per i 70 anni dei Ragni di Lecco, tenutasi sabato ai Piani Resinelli, l’arcivescovo ha completato questa due giorni nel Lecchese con la sua attesa venuta a Vendrogno.

L’arcivescovo è partito dalla tragica attualità: «La tragedia del terremoto ci rimanda a recuperare il rapporto corretto con la natura che anche in questo luogo, unico per bellezza, ha bisogno della vostra cura». Durante la messa non è mancata la preghiera per le vittime del terremoto, i senza tetto, i feriti.

«Sono molto contento di essere tra voi perché ero sicuro di poter vedere una testimonianza di chiesa viva come quella che ho davanti».

Tutti i dettagli e altre foto nell’ampio servizio su “La Provincia di Lecco” in edicola lunedì 29 agosto.

© RIPRODUZIONE RISERVATA