Idee per l’edilizia del futuro  Ottocento progetti per Holcim
La cerimonia di premiazione dei LafargeHolcim Awards

Idee per l’edilizia del futuro

Ottocento progetti per Holcim

Il concorso: i progetti raccolti declinano e interpretano il concetto di sostenibilità

Quasi ottocento progetti europei e non sogni, bensì idee destinate spesso a trasformarsi in realtà. E a migliorare la vita nelle case, nella gestione dei rifiuti e dell’energia, nei posteggi e molto altro.

L’edilizia sostenibile scatena la creatività, come è emerso ancora una volta dai risultati dei LafargeHolcim Awards nella regione Europa appunto: il primo premio è stato condiviso da due progetti a Bruxelles, nel segno della multifunzionalità.

«I LafargeHolcim Awards – spiega il gruppo - vanno ben oltre la bellezza degli edifici. Si distinguono come la competizione più significativa al mondo per l’edilizia sostenibile. I criteri per l’assegnazione dei 2 milioni di dollari sono impegnativi quanto l’obiettivo della sostenibilità stessa. Il concorso è aperto a progetti che si trovano in una fase avanzata di progettazione, ma non sono finiti. Si cercano progetti che vanno al di là degli standard attuali, mostrano risposte sostenibili a questioni tecnologiche, ambientali, socioeconomiche e culturali che interessano l’edilizia moderna e forniscono soluzioni nuove rispetto al modo in cui costruiamo abitualmente».

Erano 792 i progetti validi e alla fine, la giuria di esperti, guidata da Harry Gugger, professore di architettura alla Epfl di Losanna ha deciso di assegnare un ex aequo a due concorrenti.

Un progetto riguarda la gestione dei rifiuti intelligenti, con il team Tetra, l’altro – con lo studio Bc - soluzioni adeguate per integrare un impianto di calcestruzzo esistente in un contesto urbano.

Terzo posto ai posti auto abitati a Londra, con ZEDpod . Quattro progetti in ciascuna regione ricevono poi un premio di riconoscimento: un teatro indipendente in Romania, un sito archeologico di scavo in Spagna, un altro in Svizzera e un cento ricreativo in Francia. Infine, il premio “Next Generation: il futuro è nelle loro mani”.

Quattro premi sono stati assegnati nella categoria Next Generation per studenti e professionisti fino a 30 anni. I due awards più importanti europei sono andati in Polonia. Poi Russia e Svizzera. Il quinto ciclo del concorso ha attirato più di 5mila progetti da autori in 121 paesi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA