Cernobbio, speleo salvato nella notte  Era in grotta a 100 metri di profondità
Una delle fasi dell’intevento in grotta (Foto by Soccorso Alpino)

Cernobbio, speleo salvato nella notte

Era in grotta a 100 metri di profondità

Cinquanta tecnici del soccorso alpino e speleologico mpegnati sul Bisbino fino alle 3 di domenica per soccorrere e aiutare nella risalita uno speleologo ferito alla spalla. Anche dal Friuli per aiutare

Si è concluso positivamente alle 3 di domenica 19 marzo l’intervento di soccorso a uno speleologo ferito alla spalla mentre si trovava a 100 metri di profondità nella grotta dell’Alpe Madrona, sul Bisbino. Una cinquantina i tecnici impegnati - giunti sul posto anche tre sanitari del Friuli Venezia Giulia - del corpo nazionale del soccorso alpino, 38 dei quali della IX delegazione speleologica lombarda e 15 della XIX Lariana. Il centro operativo del Bione a Lecco ha supportato le operazioni garantendo i collegamenti radio e i contatti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA