Arrestato sotto casa dell’ex

Aveva troppa cocaina

Un pomeriggio di follia, concluso con l’arresto per detenzione a fini di spaccio di stupefacenti, resistenza e oltraggio a pubblico ufficiale

E’ finito nei guai Davide Fioretti, 46 anni, nato e residente a Lecco, che domenica pomeriggio ha dato fuori di matto sotto casa della ex fidanzata a Castello Brianza. La giornata è cominciata già subito dopo pranzo, attorno all’una del pomeriggio quando Fioretti, già noto alle forze dell’ordine, si è presentato sotto casa della sua ex in via Milano, una strada che in zona Cologna-Caraverio, che collega le provinciali 51 La Santa e la 52 che attraversa l’intero abitato e porta a Rovagnate. Ha cominciato a suonare il campanello chiedendo di entrare e facendo una piazzata in mezzo alla strada, richiamando l’attenzione anche di altre persone abitanti in zona e mettendo in imbarazzo la donna. Che non ha nemmeno preso in considerazione l’idea di aprirgli la porta di casa e per liberarsene l’ha minacciato di chiamare i carabinieri. I militari sono infatti arrivati e qualcuno di loro gli ha fatto una ramanzina. A quel punto Fioretti è tornato a casa ma solo per farsi una o più dosi di cocaina e ha deciso di tornare sotto la casa della ex ripetendo la sceneggiata di tre ore prima. A metà pomeriggio, erano ormai le 16, ha suonato ancora il campanello, pretendendo di parlarle. Altra chiamata ai carabinieri, e questa volta i militari sono arrivati molto meno ben intenzionati di prima e l’hanno apostrofato bruscamente. Fioretti si è risentito e li ha presi a male parole, insultandoli e spintonandoli. A quel punto i carabinieri hanno deciso di perquisirlo ed alla semplice richiesta di svuotare le tasche Fioretti ha ubbidito, non senza continuare a proferire contumelie. Aveva con se ben 40 grammi di cocaina, sono quindi scattate le manette per detenzione a fini di spaccio, perché quantitativi così ingenti non possono essere detenuti per semplice consumo personale.

© RIPRODUZIONE RISERVATA