Cane avvelenato a Casargo
Il proprietario è indignato

CASARGO «Alla terza volta purtroppo sono riusciti a uccidere con il veleno il mio cane: è una vergogna oltre che un reato ed è giusto che l'opinione pubblica locale lo sappia».

E' indignato Christian Maffei, proprietario di Achille, un esemplare di border collie che è stato avvelenato e ucciso a Casargo, in un parco non distante dal Comune. «È così - prosegue Maffei - ho ritrovato diverse polpette di carne avvelenate grosse come meloni: il mio cane ne ha mangiata una e per lui non c'è stato nulla da fare. Ho tentato di farlo vomitare con il sale ma purtroppo è morto. In passato si era salvato due volte, il veleno per topi non era stato letale ma quello che hanno utilizzato in questa occasione doveva essere molto più potente».

Il signor Maffei vuole andare fino in fondo a questa vicenda, rendendola nota e denunciandola ai carabinieri della caserma di Casargo.

L'articolo completo su La Provincia di Lecco in edicola stamattina

g.devita

© riproduzione riservata

Accedi al sito per commentare
Oggi in Edicola

al cinema

Vivi Lecco

SPM
Pubblicità
PubblicitàSPM
SpecialiSPM