Introbio, ultimo saluto
a Mario Cerati

INTROBIO - Si sono svolti oggi, nella parrocchiale gremita di gente, i funerali di Mario Cerati, ufficiale degli Alpini, poi comandante partigiano, che si è spento ieri all'età di 97 anni.
Nonostate la giornata autunnale di pioggia incessante, i suoi amici alpini delle varie sezioni valsassinesi e lecchesi non sono mancati, con i loro gagliardetti e cori, accanto alla sua famiglia, ai figli e ai nipoti.
In chiesa anche molta gente del paese, che conosceva bene l'alpino, ma anche gli esponenti dell'Anpi e i rappresentanti del Comune di Introbio.
Gli alpini hanno accompagnato i momenti più importanti della liturgia, scandendoli col suono della tromba e con la preghiera dell'alpino.
A officiare don Cesare Luraghi, amico di Mario, che ha ricordato le imprese del partigiano conosciuto col nome di battaglia "Romolo", alpino e calciatore, che aveva militato nelle file del Lecco come centroavanti.
«Mario resterà sempre nei nostri cuori e nei nostri pensieri - ha detto don Luraghi - voglio ricordarlo come un amico, un vero amico».

Leggi l'approfondimento nell'edizione de La Provincia in edicola domani.

a.braguti

© riproduzione riservata

Accedi al sito per commentare
Oggi in Edicola

al cinema

Vivi Lecco

SPM
Pubblicità
PubblicitàSPM
SpecialiSPM