Scuola, 10 consigli per un rientro morbido
In aula, qualche consiglio per non farsi prendere dall’ansia

Scuola, 10 consigli per un rientro morbido

Come lasciare a casa l’ansia del dover tornare ai ritmi scolastici? Non è difficile, parola di insegnante

La scuola è ormai cominciata e il pensiero di doversi alzare presto fino a giugno, fare i compiti, non avere più tempo libero può procurare ansia.

Ci si sente assaliti da mille impegni e l’umore diventa nero. L’estate però non è ancora finita e il tempo per adattarsi c’è. Vediamo come fare: 1) Crea il puzzle delle vacanze: stampa le foto più belle dell’estate e inseriscile in una cornice a vetro da appendere nella tua stanza. Ti aiuterà a non dimenticare quello stato di benessere. 2) Organizza una pizzata di “inizio anno” coi tuoi compagni: scatta foto buffe, allegre. Poi crea un altro puzzle di foto su carta e appendilo vicino a quello dell’estate. Ti servirà per renderti conto che ci si diverte anche durante l’anno. 3) Stai all’aperto il più possibile: lo puoi fare anche se devi terminare di leggere un libro o eseguire dei compiti. Basta mettersi in giardino o sul balcone. 4) Fa’ movimento: non smettere di ritagliarti del tempo per giocare, passeggiare o fare sport con gli amici. Ti aiuterà a scaricare l’ansia. 5) Crea nuove buone abitudini: come preparare zaino e abiti alla sera, così al mattino non dovrai correre e rischiare di dimenticare qualcosa. 6) Va’ a dormire presto, sempre alla stessa ora: così il tuo corpo prenderà il ritmo giusto e la mattina non sarai stravolto. 7) Recupera i compiti (che non hai svolto) nei pomeriggi ancora liberi: puoi anche metterti d’accordo con qualche compagno per ripassare insieme. Così, quando avrete terminato il lavoro, potrete fare quattro passi e gustarvi un buon gelato. 9) Fa’ l’elenco di che cosa ti manca (libri, quaderni, penne): va’ insieme ai tuoi genitori a comprare il materiale, così potrai scegliere ciò che preferisci. 10) Colora il calendario: procurati un calendario mensile e “colora” i giorni in cui non dovrai andare a scuola (week-end e festività). Ti aiuterà a renderti conto che non è vero che non avrai più giorni di vacanza o relax e ti permetterà anche di organizzare meglio ciò che desideri fare (come una gita con la famiglia e gli amici). Infine, ricorda di porti un obiettivo scolastico: qualcosa che sia sotto il tuo controllo e che non ti procuri ansia; che per te sia molto importante e che sia alla tua portata. Può riguardare il tuo comportamento (per esempio non chiacchierare durante le lezioni) o il rendimento (avere 8 in inglese). Poi pensa e scrivi tutti i modi in cui puoi realizzarlo. Ti serviranno come stimolo e guida, perché se hai uno scopo, sopporti meglio l’impegno e la fatica.

* insegnante, Teen e Life Coach

© RIPRODUZIONE RISERVATA